Gestire il ritorno al Nido durante il Covid19

Come regolamentare e gestire il ritorno al Nido dei bambini che sono stati influenzati in tempo di Covid19.

Quelli che stiamo vivendo sono mesi complessi per tutti, anche per la scuola, per i genitori, per gli Educatori e per gli Assistenti all’Infanzia che devono garantire sicurezza a un intero nucleo di bambini provenienti da famiglie diverse.

La domanda che ci si pone di più in questo periodo è: come gestire il ritorno di un piccolo al Nido dopo che ha avuto l’influenza o qualsiasi sintomo da raffreddamento?

–> Scopri come spiegare il distanziamento sociale ai bambini!

L’inverno, si sa, è il periodo in cui la maggior parte dei bambini prende il raffreddore, la tosse, una leggera influenza o manifesta semplicemente qualche linea di febbre.

Tuttavia, in tempi di Covid19 questi non sono sintomi da sottovalutare. Vediamo quindi quali sono le regole per gestire il ritorno al Nido dopo qualche giorno di malattia.

Cosa fare in caso di sintomi influenzali 

In caso di sintomi influenzali, le regole per i bambini sono le medesime che valgono anche per gli adulti:

• tenere il bambino in casa

• contattare il pediatra di riferimento

• prenotare un tampone a domicilio per chiunque sia venuto a contatto con il bambino all’interno della famiglia (o seguire le indicazioni del medico)

• prima di uscire di casa attendere fino a 4 giorni dopo il tampone, anche se con esito negativo.

Cosa fare quando i sintomi svaniscono

Quando i sintomi dell’influenza o del raffreddamento passano, e solo nel caso in cui il tampone sia risultato negativo, è necessario attendere fino a 4 giorni prima di far uscire il bambino di casa e di reinserirlo al Nido.

In assenza di ulteriori sintomi e – lo specifichiamo di nuovo – in presenza di tampone negativo, il bambino può tornare a frequentare il Nido.

Ricordiamo che un articolo online non è sufficiente per documentarsi sulle regole da seguire nelle proprie Regioni di riferimento. Consigliamo quindi a tutti di affidarsi ai suggerimenti del proprio medico di famiglia o del proprio pediatra.

Sogni di lavorare con i bambini? Scopri come aprire un Baby Planet tutto tuo!