Yoga per bambini: che cos’è?

Scopriamo insieme il mondo della meditazione: ecco che cos’è e in che cosa consiste lo Yoga per i bambini.

Durante l’ultimo decennio, anche nel nostro Paese si sono diffuse diverse pratiche di meditazione. Tra le tante non possiamo fare a me di citare lo Yoga, una disciplina che interessa la mente, il corpo e l’anima con l’obiettivo di migliorare la vita delle persone e il loro equilibrio interiore.

Sperimentati i benefici sugli adulti, il passo che ci ha portati a proporre la disciplina ai bambini è stato breve.

–> Scopri quanto è importante proporre la psicomotricità all’Asilo!

Sono sempre di più, infatti, le realtà italiane che organizzano corsi di meditazione rivolti proprio ai più piccoli, fin dai loro primi mesi di vita.

I benefici dello Yoga per i bambini 

Tutto il percorso di crescita del bambino, a partire dal primo ingresso all’Asilo Nido, prevede lo sviluppo della percezione del proprio corpo, della consapevolezza di sé, dell’empatia, della capacità di sentire e di ascoltare. Sono tutti step che caratterizzano anche le fasi dello Yoga.

4 aspetti positivi che la meditazione porta nella vita dei bambini:

• esplorare e conoscere il proprio corpo

• imparare ad apprezzare anche il silenzio

• iniziare ad ascoltare se stessi e gli altri

• allenare la concentrazione

A che età proporre la meditazione ai bambini

La meditazione non ha età, può essere proposta ai bambini fin dai primi mesi, ovviamente tenendo conto delle diverse potenzialità che si sviluppano durante la crescita.

I bambini possono iniziare a sperimentare lo Yoga e la meditazione fin dall’Asilo Nido.

Sarà proprio il naturale desiderio di esplorare, di conoscere, di imparare e di osservare a far maturare in loro una consapevolezza personale profonda nel corso della vita.

Sogni di lavorare con i bambini? Scopri come aprire un Baby Planet tutto tuo!