Il mio bambino piange all’Asilo. Perché?

Come comportarsi quando un bambino piange all’Asilo e aiutarlo a superare la mancanza dei genitori.

La mancanza di mamma è papà si fa sentire nella maggior parte dei bambini, soprattutto quando iniziano a frequentare, per la prima volta, la Scuola Materna o l’Asilo Nido. Tra pianti e urla disperati, in qualsiasi genitore sorge spontanea la domanda: perché il mio bambino piange all’Asilo? Come devo comportarmi quando mi implora di restare con lui o di riportarlo a casa?

È assolutamente normale che un bambino senta il bisogno di restare vicino ai suoi genitori. Escludendo situazioni gravi, anche i piccoli più abituati all’Asilo possono sentire la mancanza di mamma e papà dopo, ad esempio, un cambiamento di routine –> Scopri anche come gestire il ritorno all’Asilo dopo una vacanza!

Come comportarsi quando la mancanza inizia a farsi sentire

Spesso accade al momento dei saluti, quando la mamma o il papà affidano il bambino all’Asilo e si preparano ad andare al lavoro. Altre volte, invece, la mancanza inizia a farsi sentire proprio nel bel mezzo della giornata, dopo alcune ore di distacco dai genitori.

In ogni caso, ecco i nostri consigli dedicati ai genitori per capire come aiutare un figlio a vivere meglio le ore lontane da casa:

1. prima di inserire il bambino all’Asilo, il bambino deve essere abituato gradualmente a passare del tempo lontano dai genitori e dal proprio ambiente familiare. Una buona occasione per i genitori, tra l’altro, per prendersi qualche ora da dedicare a loro stessi

2. all’Asilo, quando arriva il momento di salutarsi perché mamma e papà devono andare al lavoro, è importante prendersi del tempo per parlare al bambino, rassicurarlo con calma, promettergli che andrai a prenderlo come sempre e che al tuo ritorno passerete tanto tempo insieme


3. è sconsigliato, invece, tornare indietro dopo aver salutato il bambino. Se il genitore torna sui suoi passi trasmette al figlio l’idea di avere potere decisionale. Tra l’altro, continuerà ad aspettarsi che mamma e papà arrivino da un momento all’altro e la mancanza si farà sentire sempre più forte

4. per far sentire la presenza dei genitori anche a distanza, può essere utile donare al bambino un cosiddetto «oggetto transizionale» che gli ricordi mamma e papà da indossare durante le ore all’Asilo. Parliamo ad esempio di un braccialetto, di una collana, di una maglietta, ma anche, ad esempio, di un bel bacio a stampo fatto con il rossetto sulla guancia

5. appena il bambino inizia a leggere l’orologio, una buona idea per aiutarlo a gestire la mancanza dei genitori è spiegargli dove saranno le lancette dell’orologio quando arriverà il momento del ritorno a casa. A questo punto, però, la puntualità e il rispetto delle promesse sono più che fondamentali ;-)

Sogni di lavorare con i bambini? Scopri come aprire un Baby Planet tutto tuo!