Come evitare l’influenza all’Asilo

5 suggerimenti per limitare la diffusione dell’influenza tra i bambini che frequentano lo stesso Asilo.

Soprattutto in questa stagione, raffreddore, tosse e febbre sono all’ordine del giorno, sia per gli adulti sia per i bambini. Esistono tuttavia alcune «accortezze della nonna» per evitare che l’influenza prenda di mira tutta la famiglia, una classe a scuola o addirittura un Asilo intero.

La prima regola in assoluto, che tuttavia vogliamo affidare al buonsenso e al libero giudizio di ogni genitore, è di evitare la scuola e l’Asilo al bambino raffreddato, con sintomi di malesseri stagionali evidenti o, addirittura, con la febbre.

LA GUIDA: 5 COSE DA FARE
PER EVITARE L’INFLUENZA ALL’ASILO

1. La mattina e la sera, apri le finestre e arieggia gli ambienti

La mattina, prima dell’accoglienza dei bambini, arieggia bene gli ambienti per far entrare aria fresca e pulita. È buona regola farlo anche la sera, subito dopo l’uscita dei piccoli.

Ovviamente, è fondamentale anche una quotidiana pulizia dell’arredo, come ad esempio cuscini, divani o giocattoli che i bambini potrebbero portare frequentemente alla bocca.

2. Mantieni una temperatura adeguata durante tutto il giorno 


Durante il giorno, la temperatura degli spazi deve permettere ai bambini, anche ai più piccoli di giocare liberamente o di riposare, all’interno dell’Asilo, senza avere freddo.

Non si tratta di eccedere con le temperature, ma di mantenere una costante di circa 20-22 °C, a maggior ragione se la struttura prevede anche una parte di Asilo Nido.

3. Durante i giochi all’aperto, proteggi i bambini dal freddo 


Prima di uscire in giardino per correre e giocare, o prima di affrontare una piccola gita all’aperto, ricorda ai bambini di indossare giacche, cappelli e guanti, se necessari.

Anche in questo caso, non bisogna esagerare o ricoprire i piccoli di scomodi strati, semplicemente assicurarsi che nessuno di loro si esponga eccessivamente al vento o alle basse temperature dell’inverno.

4. Insegna ai bambini a coprirsi la bocca e il naso con le mani durante uno starnuto o un colpo di tosse 


Spesso, i primi sintomi dell’influenza si propagano tra i bambini proprio a causa di starnuti e colpi di tosse «selvaggi». È buona norma insegnare loro a coprirsi la bocca e il naso con le mani, in mancanza di fazzoletti pronti all’uso –> Scopri anche come eseguire la pulizia del naso dei bambini! 

5. Ricorda ai bambini di lavarsi spesso le mani 


Si sa, i bambini usano tutto il corpo per conoscere e per esplorare il mondo, in primis le mani. Capita che si portino le mani alla bocca anche dopo aver manipolato di tutto o, addirittura, dopo averci starnutito e tossito sopra. 

Per limitate il contatto con i germi dell’ambiente, invita i bambini a lavarsi le mani frequentemente durante il giorno e in alcuni momenti fissi della quotidianità, come ad esempio prima di sedersi a tavola, dopo essersi soffiati il nasino, dopo aver giocato con la sabbia, eccetera.

Sogni di lavorare con i bambini? Scopri come aprire un Baby Planet tutto tuo!